«Per me è un’opportunità incredibile»

SRF 3 trasmette musica, ma non solo. L’emittente è alla costante ricerca di talenti inespressi. La promozione della giovane scena musicale svizzera con la scoperta di nomi nuovi come Lhanzom Lhasam è ben più di un mandato: contribuisce infatti ad arricchire l’identità culturale del Paese.  

È l’una, la pioggia battente s’infrange sulla pensilina. Una donna, esile e minuta, scende dal tram, la chitarra a tracolla. È Lhanzom Lhasam, psicologa e musicista quasi trentenne. In ottobre è stata designata «Best talent» dall’emittente musicale SRF 3. Cammina spedita verso l’entrata della Radio Hall di Zurigo dove viene subito bloccata da un fan. La giovane musicista firma gentilmente le foto e scambia qualche parola di cortesia. Lhanzom Lhasam conosce la strada, non è la prima volta che viene qui. Si libera in fretta della giacca ed estrae la sua chitarra dalla custodia, poi entra nella «Live lounge», uno spazio tra gli studi di SRF 3 e SRF 1, si accomoda sullo sgabello e tutta concentrata inizia a suonare i primi accordi.

Image

Lhanzom Lhasam è stato il miglior talento del canale musicale SRF 3 nell’ottobre 2023.

Un contributo per scoprire tesori sommersi

«È come con i panini appena sfornati», spiega Roland Wehrli, direttore ad interim di SRF 3. «Quelli della panetterie dietro l’angolo sono i migliori.» E lo stesso vale per la musica. «È ovvio che ci piace ascoltare musica inglese o americana. Ma quella prodotta qui, da noi, è impareggiabile.» La musica è il DNA di SRF 3, non sorprende quindi che l’emittente si posizioni anche strategicamente in questa direzione.

«
È ovvio che ci piace ascoltare musica inglese o americana. Ma quella prodotta qui, da noi, è impareggiabile.»
Roland Wehrli, direttore ad interim di SRF 3

Negli ultimi anni la scena musicale svizzera è maturata molto, artisti come Steff la Cheffe, Lo & Leduc o Marius Bear si sono affermati sempre più tra il pubblico, entrando di diritto nella hit parade e guadagnandosi grande popolarità. «Se possiamo contribuire a scoprire queste perle è fantastico», prosegue Roland Wehrli. «I brani svizzeri ci toccano da vicino, è la nostra musica, lo specchio della nostra identità». Wehrli si ricorda di un concerto di Patent Ochsner tenutosi sul Gurten, davanti a un pubblico di 20 000 persone. «A un certo punto ci siamo messi tutti a cantare ‹Scharlachrot›. È stata un’esperienza incredibile.»

Una cover di «Barbie girl»

L’eccitazione nello studio di SRF 3 è palpabile. Dov’è finita Lhanzom Lhasam? Ecco che viene richiamata in fretta dalla sua pausa sigaretta e un minuto dopo è già in onda. Come miglior talento di ottobre ha potuto scegliere se cantare una cover di «Someone you loved» di Lewis Capaldi oppure «Barbie girl» di Aqua. «A dire il vero mi sento più vicina a Capaldi. Ma il ritornello di Barbie girl ce l’avevo già così nell’orecchio che alla fine ho preferito questo brano», spiega Lhanzom Lhasam. La moderatrice inizia a metterla alla prova con un quiz: chi ha interpretato Barbie nella versione cinematografica (risposta: Margot Robbie)? Quando è uscito la prima volta il brano (risposta: nel 1997), in quanti Paesi la canzone era in cima alla hit parade (risposta: in sei Paesi, ma non negli Stati Uniti)? L’artista emergente mantiene la calma e risponde compassata anche alle domande più spontanee. Più tardi, quando viene trasmesso il notiziario, Lhanzom Lhasam si toglie il maglione azzurro e indossa una giacca viola, si spruzza un po’ di lacca nei capelli e si applica il balsamo sulle labbra. Poi manda in fretta un ultimo messaggio alla mamma.

Image

Lhanzom Lhasam alla SRF3.

Una spintarella alla carriera musicale

Per far quadrare alla perfezione un programma come questo con Lhanzom Lhasam occorre una pianificazione lunga e meticolosa. La redattrice musicale e project manager Eliane Laubscher, che conosce molto bene la musica svizzera, lavora con gli altri membri della giuria «Best talent» per scovare nuovi talenti che fino a poco prima facevano musica in un garage, uno scantinato o nella propria camera da letto. «Lo facciamo per pura passione, ci teniamo molto a trovare buoni musicisti e offrire loro una piattaforma di lancio. La musica svizzera non deve restare nascosta».

Il miglior talento dell’anno inoltre si aggiudica un premio di incoraggiamento di 10 000 franchi.

Neanche Lhanzom Lhasam si è nascosta, anzi, ha inviato il suo primo singolo «Dream» a Hana Gadze, moderatrice della trasmissione musicale «punkt CH». E lei ha apprezzato, tanto che poco dopo la canzone era già in scaletta su SRF 3. «Di solito ascoltiamo tre o quattro canzoni di un artista», spiega Eliane Laubscher. «Se poi la qualità ci convince e i brani si adattano bene al nostro programma, l’autore o l’autrice hanno la possibilità di diventare «Best talent» per un intero mese», durante il quale godono di tutta l’attenzione che meritano sui canali di SRF 3: presentazioni e contributi dal vivo, trailer, una sessione in diretta e una di cover, diversi articoli online e tre video. Il miglior talento dell’anno inoltre si aggiudica un premio di incoraggiamento di 10 000 franchi e la partecipazione a Eurosonic, il maggior showcase festival d’Europa. Un enorme palcoscenico, che per molte musiciste e molti musicisti rappresenta un trampolino di lancio verso una carriere a volte anche internazionale. «Ai talenti offriamo una piattaforma e la possibilità di aumentare la loro notorietà. Diamo per così dire una spintarella alla loro carriera.»

«
L’orizzonte si è notevolmente allargato e anche il numero di streaming è aumentato. E ogni brano trasmesso dal canale è ben pagato. Per me si tratta di un’opportunità immensa.»
Lhanzom Lhasam, SRF 3 Best Talent
«Sei stata fantastica!»

Sono le 14.10. Tre videocamere sono puntate su Lhanzom Lhasam, che concentratissima aspetta il segnale. Poi inizia a suonare e interpreta il vivace brano di Barbie a modo suo, con un profondo tocco sentimentale. Con la sua chioma corvina non rientra certo nel tipico cliché di Barbie. Gli ultimi accordi sfumano, poi cala il silenzio. È fatta. Nessuno fiata. «Allora, come sono andata?», chiede Lhasam. «Mi tremavano le ginocchia». Tutti si affrettano a rassicurarla: «Sei stata fantastica!». Poco dopo arrivano le prime reazioni del pubblico. Una tra tutte: «Questa versione mi piace molto di più dell’originale di Aqua.»

Forse con questa performance Lhanzom Lhasam è riuscita a sfondare. Il suo più grande desiderio sarebbe di poter vivere della sua musica. Per ora, tuttavia, lavora come psicologa in una clinica e continua a fare musica da sola, senza una casa discografica o un manager. Per lei SRF 3 Best talent è quindi una piattaforma ideale. «Sì, l’orizzonte si è notevolmente allargato e anche il numero di streaming è aumentato. E ogni brano trasmesso dal canale è ben pagato. Per me si tratta di un’opportunità immensa», aggiunge Lhasam. Alla fine, un’altra foto e tanti abbracci. «La musica è il mio elemento. Nelle mie canzoni metto tutta la mia vita, i miei pensieri, i miei sentimenti.»

Promuovere la musica per tradizione

«SRF 3 Best talent» è un premio per giovani musicisti di talento promosso dalla principale emittente pop e rock della Svizzera. Ogni mese viene designato un «miglior talento», che può confermarsi anche come miglior talento dell’anno. Dal 2010 il premio viene assegnato in occasione degli «Swiss Music Awards» ed è dotato di un montepremi di 10 000 franchi. In precedenza, dal 2003 al 2009, il premio andava in onda su DRS 3 con il nome di «Swiss Top». Tra i vincitori di allora si annoverano Pegasus e Admiral James T., mentre Heidi Happy, William White, Seven e Gustav si sono susseguiti come best talent del mese.

Le vincitrici e i vincitori degli ultimi anni: 2023 Andryy, 2022 Joya Marleen, 2021 Caroline Alves, 2020 Monet192, 2019 Marius Bear, 2018 Crimer, 2017 Nemo, 2016 Damian Lynn, 2015 Lo & Leduc, 2014 Yokko, 2013 Hecht ( 2018), 2012 Dabu Fantastic (2017) , 2011 Steff La Cheffe

Altri «Best talent» noti al pubblico: Agosto 2021: Pat Burgener, Luglio 2021: Priya Ragu, Maggio 2021: Kings Elliot, Novembre 2019: Naomi Lareine, Settembre 2018: KT Gorique, Dicembre 2017: Stereo Luchs, Agosto 2016: Loco Escrito, Maggio 2016: Veronica Fusaro, Settembre 2011: Bastian Baker

Image

Kings Elliot alla Baloise Session 2022.

Kings Elliot

«SRF 3 è stata una delle prime stazioni radiofoniche a sostenere la mia musica. E questo è stato uno dei motivi per cui mio padre e mio nonno hanno finalmente capito che per me fare musica non era più «soltanto» un passatempo. Il sostegno di SRF 3 Best talent, così come la promozione e la piattaforma che ti vengono offerti, non vanno sottovalutati e nel mio caso hanno sicuramente dato un’ulteriore spinta alla mia carriera in Svizzera. Questo sostegno mi ha regalato opportunità irripetibili e come svizzera all’estero significa molto per me.»

Image

Joya Marleen agli Swiss Music Awards 2023.

Joya Marleen

«Essere SRF 3 Best talent mi ha dato un aiuto incredibile. La gente si è accorta di me e ha iniziato a darmi ulteriore supporto. Inoltre, sempre più booker si sono accorti di me e mi hanno ingaggiata per i loro festival, il che è stato davvero fantastico!»

Image

Caroline Alves

Caroline Alves

«Quando ho vinto lo Swiss Music Award come «Best talent» non riuscivo a crederci. Penso che il premio mi abbia permesso di professionalizzare il mio lavoro di musicista e di essere considerata da altri artisti ed enti culturali. Mi ha commosso molto raggiungere questo livello. Grazie allo Swiss Music Award ho avuto l’impressione di essere entrata in una nuova dimensione e di aver raggiunto un nuovo livello musicale. E il fatto che SRF 3 mi dia un sostegno regolare e costante è davvero toccante!»

Image

Marius Bear alla finale dell’Eurovision Song Contest 2022 a Torino.

Marius Bear

Leggi qui le parole di ringraziamento pronunciate da Marius Baer dopo l’ottenimento del Music award.

Ecco il commento del manager Roger Guntert: «Marius Bear è molto riconoscente per l’ottima collaborazione con SRF 3, che ha fatto nascere un caloroso rapporto di amicizia con la redazione e tutto lo staff della SRF. Il riscontro del titolo di Best talent è stato immediato. Marius Bear ha avuto l’opportunità di presentarsi a “10vor10”, dopodiché il numero di download della sua musica è salito alle stelle. È bellissimo che SRF 3 trasmetta i brani di artisti nuovi e sconosciuti, mentre le radio private li inseriscono in scaletta solo quando sono già ben affermati. Entrare a far parte della rosa dei migliori talenti di SRF 3 è il sogno di tutti gli artisti emergenti della scena musicale svizzera.»

Commento

Promuovere la musica romancia, la RTR mostra come si fa

La musica è un’eccellente ambasciatrice culturale e vettore di comunicazione e diffusione. La Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR) prende sul serio il suo mandato: promuovendo in modo mirato la scena musicale romancia 

«Hard Life»: uno sguardo disincantato sul tessuto sociale e le sue trame

Grazie alla cooperazione con altre società europee attive nel settore dei media, anche i film e le serie di produzione europea sono disponibili gratuitamente sulla piattaforma streaming Play Suisse della SSR: una finestra sul mondo per le telespettatrici e i telespettatori del nostro Paese – senza barriere linguistiche.

Mona Vetsch presenta individui che normalmente non sono sotto i riflettori

La trasmissione della SSR «Mona mittendrin» mette in luce realtà apparentemente banali e presenta storie di vita uniche della società svizzera.